Siete qui:

Pubblicazioni Trasporti e ambiente

Baum und AutosNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di trasporti e ambiente.

Valutazione Esenzione dalla tassa sul CO2 per le imprese che si impegnano a ridurre le loro emissioni - Ufficio federale dell’ambiente e Ufficio federale dell’energia

In Svizzera, viene riscossa una tassa d’incentivazione sul CO2 presso le imprese e le economie domestiche nel quadro del loro utilizzo di combustibili a scopo energetico. Le imprese dei settori economici ad alta intensità energetica possono essere esentate se in contropartita si impegnano a ridurre le proprie emissioni di gas serra. L’obiettivo dell’esenzione è evitare svantaggi competitivi a livello internazionale e la perdita di posti di lavoro in Svizzera, in particolare nell’industria. Nel 2022, 1233 gestori di impianti avevano scelto questa opzione. Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha esaminato il funzionamento e l’efficacia degli impegni di riduzione delle emissioni dall’entrata in vigore della legge sul CO2 nel 2013.

Numero della verifica: 22329

Verifica Efficienza della vigilanza finanziaria sui gestori dell’infrastruttura ferroviaria - Ufficio federale dei trasporti

Ogni anno nell’infrastruttura ferroviaria svizzera vengono investiti circa 5 miliardi di franchi. La sua rete, lunga circa 5300 km, è gestita e manutenuta a livello nazionale da 35 gestori dell’infrastruttura (GI). Tramite le convenzioni sulle prestazioni (CP), la Confederazione mette circa 3,5 miliardi di franchi all’anno a disposizione dei GI per i costi non coperti previsti per l’esercizio e il mantenimento della qualità. I progetti di ampliamento, che richiedono circa 1,5 miliardi di franchi all’anno, vengono commissionati ai GI dalla Confederazione concludendo convenzioni di attuazione (CA). Entrambi gli strumenti di ordinazione sono finanziati mediante il Fondo per l’infrastruttura ferroviaria (FIF).

Numero della verifica: 23761

Analisi preliminare Effetti del cambiamento climatico sulla gestione delle foreste dell’Arco giurassiano - Ufficio federale dell’ambiente

In occasione di uno scambio con la Chambre régionale des comptes de Bourgogne-Franche-Comté è stato suscitato l’interesse del Controllo federale delle finanze (CDF) riguardo agli effetti del cambiamento climatico sulla gestione forestale svizzera. Con quasi 663 milioni di franchi, l’accordo programmatico «Bosco» rappresenta il maggiore contributo federale nel settore ambientale per il periodo 2020–2024. L’analisi del CDF si è quindi concentrata dapprima sulle foreste della regione del Giura, confinanti con la Francia, per poi estendersi alle politiche e alle strategie forestali nazionali.

Numero della verifica: 23374