Siete qui:

PubblicazioniRelazioni con l’estero

GlobusNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di relazioni tra la Svizzera e l’estero.

Verifica Necessità di misure per rafforzare il ruolo della Svizzera quale Stato ospite - Dipartimento federale degli affari esteri

La Divisione Nazioni Unite e organizzazioni internazionali (DOI) in seno al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) è incaricata di rafforzare il ruolo della Svizzera quale Stato ospite. Per permetterle di adempiere tale mandato sono stati stanziati 117,2 milioni di franchi per il periodo 2016–2109. La strategia adottata prevede due tipi di misure volte, da un lato, a rafforzare il dispositivo di accoglienza e, dall’altro, ad accrescere il richiamo e l’impatto della Ginevra internazionale.

Numero della verifica: 18360

Verifica Valutazione delle attività diplomatiche delle piccole rappresentanze svizzere all’estero - Dipartimento federale degli affari esteri

Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha esaminato il funzionamento e l’utilità delle piccole ambasciate svizzere all’estero. Nello specifico si tratta di rappresentanze diplomatiche che contano soltanto un capomissione, affiancato da tre o quattro impiegati locali. Nel confronto internazionale, la Svizzera dispone di un’ampia rete esterna, paragonabile a quella dei Paesi Bassi. Tra le 169 rappresentanze della Confederazione figurano un centinaio di ambasciate; 31 sono piccole rappresentanze, i cui costi annuali si aggirano sui 25 milioni di franchi. La maggior parte di esse si trova negli Stati membri dell’Unione europea (UE).

Numero della verifica: 17565

Verifica Acquisto di beni e servizi per gli operazioni umanitari - Direzione dello sviluppo e della cooperazione / Aiuto umanitario

L’Aiuto umanitario è uno strumento della Cooperazione internazionale della Confederazione. Per il periodo 2017–2020 sono preventivati in media 335 milioni di franchi all’anno a sostegno delle operazioni umanitarie (2017: 332,6 mio. fr.). La maggior parte di questo importo è destinata agli accordi internazionali e al versamento di contributi. Nel 2017 l’Aiuto umanitario ha acquistato beni e servizi per 15 milioni di franchi. Gran parte degli acquisti viene effettuata dalle rappresentanze estere.

Numero della verifica: 18356