Siete qui:

Pubblicazioni Giustizia e polizia

GerichtsgebäudeNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di giustizia e polizia.

Verifica Affidabilità dei dati del registro di commercio - Ufficio federale di giustizia

Il 1° gennaio 2017 oltre 611 000 imprese erano iscritte in uno dei 28 registri di commercio cantonali. Ogni persona fisica o giuridica che esercita un’attività commerciale in Svizzera deve iscriversi presso le autorità se adempie le condizioni. A livello nazionale, l’Ufficio federale del registro di commercio (UFRC) tiene il registro centrale elettronico del registro di commercio (Zefix) ed esercita l’alta vigilanza sul lavoro effettuato dai Cantoni. Per svolgere questo compito ha a disposizione 12 posti a tempo pieno.

Numero della verifica: 16615

Valutazione Lotta contro la corruzione: Valutazione dell’attuazione del decreto del 19 ottobre 2008 del Consiglio federale - Consiglio federale

Una raccomandazione del Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) del Consiglio d’Europa richiedeva alla Svizzera di rafforzare lo scambio di informazioni, il coordinamento, la prevenzione e la sensibilizzazione degli attori esposti al rischio di corruzione. In risposta, nel dicembre del 2008 il Consiglio federale ha istituito il Gruppo di lavoro interdipartimentale per la lotta contro la corruzione. Questo mandato è limitato a 10 anni. Per stabilire il seguito della sua politica in materia di lotta alla corruzione, il Consiglio federale si baserà sul rapporto d’attività del Gruppo interdipartimentale e sulla valutazione del Controllo federale delle finanze (CDF).

Numero della verifica: 17436

Documento accessibile secondo la Ltras Prise de position concernant le respect des critères de désignation par l’autorité compétente « Fonds pour la sécurité intérieure » - Rapport de l’organisme de vérification

Le 16 avril 2014, le Parlement européen et le Conseil de l’Union européenne ont adopté l’ordonnance (EU) n° 515/2014 visant à créer le Fonds pour la sécurité intérieure (ISF) pour la période 2014–2020. Le ISF se compose des volets ISF-Frontières et ISF-Police, bien que seul le ISF-Frontières a été décrit comme pertinent par la Commission européenne. Avec l’association Schengen/Dublin, la Suisse s’est engagée à reprendre les développements du cadre juridique de Schengen/Dublin. Ainsi, la Suisse est tenue de reprendre l’ordonnance (EU) n° 515/2014 comme développement de l’acquis de Schengen et de participer au Fonds (ISF-Frontières).

Numero della verifica: 16013