Siete qui:

PubblicazioniDifesa ed esercito

Armee SignetNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di difesa ed esercito.

Valutazione Modello dei militari in ferma continuata nell’Esercito svizzero - Aggruppamento Difesa

Il modello dei militari in ferma continuata, introdotto più di 15 anni fa, ha ampliato in modo significativo il modello di servizio dell’Esercito svizzero. Tradizionalmente, dopo la scuola reclute le persone soggette all’obbligo di leva devono prestare i rimanenti giorni di servizio assolvendo brevi corsi di ripetizione annuali (modello CR). I militari in ferma continuata, invece, assolvono l’intero servizio, attualmente di 300 giorni, senza interruzione. Questa possibilità è limitata per legge al 15 per cento di ogni classe di reclute, il che corrisponde a circa 3600 persone. Non tutte le Armi e non tutte le funzioni offrono la possibilità di prestare servizio in ferma continuata.

Numero della verifica: 18541

Verifica Operatività del sistema di terra per la radiocomunicazione aeronautica 2020 - armasuisse

Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha verificato per la prima volta il progetto riguardante il sistema di terra per la radiocomunicazione aeronautica 2020 (FBS 20) presso l’area di competenza dei sistemi di condotta e di esplorazione di armasuisse. La verifica si è concentrata sulla gestione del progetto e sulla misura in cui essa assicura la dichiarazione sull’operatività del FBS 20 entro il 2025. Inoltre, il CDF ha esaminato l'attuazione di quattro raccomandazioni formulate nella sua verifica sul sistema di ricognitori telecomandati 15 (ADS 15).

Numero della verifica: 20429

Verifica Sicurezza informatica - RUAG MRO Holding SA

Il 21 marzo 2018 il Consiglio federale ha deciso di riunire le unità operative dell’ex RUAG, attive quasi esclusivamente per l’Esercito svizzero, in una nuova società del gruppo, la RUAG MRO Holding SA (MRO CH), ovvero la società affiliata RUAG SA. Lo scopo era scorporare tali unità dal resto del gruppo RUAG (RUAG International), che svolge attività sia civili che militari a livello internazionale. Con questa decisione, il Consiglio federale ha perseguito l’obiettivo di aumentare la sicurezza informatica e garantire all’esercito una fornitura di prestazioni solida, trasparente e ottimizzata sotto il profilo dei costi. La MRO CH dovrebbe continuare ad adempiere al suo scopo sancito dalla legge, ovvero garantire l’equipaggiamento dell’esercito, e nel contempo avere l’opportunità di svilupparsi ulteriormente negli altri ambiti di attività.

Numero della verifica: 20431