Siete qui:

Pubblicazioni Assicurazione sociale

Person hilft älterer PersonNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di politica delle assicurazioni sociali e della previdenza per la vecchiaia.

Verifica Governance dell’assicurazione contro la disoccupazione - Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca

Nel 2014 un presunto caso di corruzione nella Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha suscitato scalpore. È stata immediatamente avviata un’inchiesta amministrativa e la SECO ha sporto subito denuncia penale contro i colpevoli. La Delegazione delle finanze delle Camere federali (DelFin) aveva proposto di riorganizzare completamente l’Ufficio di compensazione dell’assicurazione contro la disoccupazione, integrandolo nella SECO o scorporandolo completamente dall’Amministrazione federale. Sono stati esaminati diversi possibili modelli di riorganizzazione di questo Ufficio. Il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) non ha seguito la raccomandazione della DelFin e nel 2015 ha apportato soltanto le modifiche necessarie. Pur comprendendo questa decisione, il Controllo federale delle finanze (CDF) ritiene comunque che ci sia un margine di miglioramento.

Numero della verifica: 17540

Verifica Vigilanza sugli organi d’esecuzione delle prestazioni complementari - Ufficio federale delle assicurazioni sociali

Le prestazioni complementari all’AVS e all’AI subentrano laddove le rendite e il reddito non coprono il minimo vitale. Alla fine del 2016 201 100 persone hanno ricevuto prestazioni complementari all’AVS e 113 700 le hanno ricevute all’AI. Le uscite finanziate dalla Confederazione (30 %) e dai Cantoni (70 %) ammontavano a 4,9 miliardi di franchi. Secondo l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) si prevede che questa somma raddoppi entro il 2033.

Numero della verifica: 16428

Verifica Imposizione delle rendite del primo e del secondo pilastro versati all’estero - Analisi comparativa del sistema d’imposizione

Le rendite del primo e del secondo pilastro possono essere versate ai beneficiari domiciliati all’estero. Cosa succede in termini di assoggettamento fiscale per queste prestazioni «esportate»? Vi sono rischi di doppia non imposizione (o di doppia imposizione)? Quale sarebbe l’impatto fiscale di una modifica volta a ridurre questi rischi? Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha confrontato l’imposizione delle rendite del primo e del secondo pilastro, dato che questi due sistemi differiscono
molto tra loro.

Numero della verifica: 15396