Drucken

Valutazione La riforma dell’IVA 2010 - Valutazione delle ripercussioni sull’Amministrazione federale delle contribuzioni e sui contribuenti

Numero della verifica: 15469

L’imposta sul valore aggiunto (IVA) è la principale fonte di entrate della Confederazione. Grazie ai suoi 361 000 contribuenti, nel 2015 sono confluiti nelle casse della Confederazione circa 22,5 miliardi di franchi. Con la riforma dell’IVA 2010 il Consiglio federale intendeva semplificare l’imposta senza alterare il gettito fiscale. Così, con il passaggio al metodo delle aliquote saldo, è stato tra l’altro aumentato da tre a cinque milioni di franchi il limite della cifra d’affari. Inoltre, il Consiglio federale ha migliorato la situazione procedurale dei contribuenti adottando diverse misure, quali l’effetto conclusivo dei controlli fiscali, la riduzione del termine di prescrizione assoluto da 15 a 10 anni e la rielaborazione del diritto penale. Un’altra misura riguardava la riduzione dell’onere amministrativo delle imprese. Nel quadro della riforma il Parlamento ha però rinunciato a ulteriori semplificazioni, come l’aliquota unica o la soppressione
di eccezioni.