Siete qui:

PubblicazioniFinanze pubbliche e imposte

MünzenNella presente sezione potete trovare le verifiche del CDF in materia di finanze pubbliche e imposte.

Seguito Attività di vigilanza presso i depositi franchi doganali e i depositi doganali aperti - Amministrazione federale delle dogane

Il Controllo federale delle finanze (CDF) ha esaminato lo stato di attuazione delle raccomandazioni formulate nel suo rapporto sulle attività di vigilanza dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD) presso i depositi franchi e i depositi doganali aperti (DDA). Si tratta di depositi utilizzati per immagazzinare temporaneamente le merci prima che vengano trasportate alla loro destinazione finale. I dazi doganali e le altre tasse non sono riscossi finché la merce non è sdoganata. Nel 2018 erano attivi 194 DDA e sette depositi franchi, a fronte dei 245 DDA e dei dieci depositi franchi nel 2014.

Numero della verifica: 17458

Verifica Attuazione delle misure adottate dal 2008 nel settore dei sussidi - Amministrazione federale delle finanze

L’Amministrazione federale delle finanze (AFF) è incaricata dal Consiglio federale di riesaminare periodicamente che le norme concernenti i sussidi della Confederazione (circa 38,8 mia. fr. all’anno, stato fine 2016) siano conformi ai principi della legge sui sussidi e che l’adempimento dei compiti avvenga in modo economico ed efficace. Il Consiglio federale redige un rapporto scritto sui risultati. Fino al 2008 tutti i sussidi sono stati riesaminati integralmente, mentre dal 2014 ogni anno a turno vengono esaminati i sussidi di un solo dipartimento. Il rispettivo rapporto figura nell’allegato del consuntivo.

Numero della verifica: 17575

Verifica Gestione della procedura amichevole - Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali

La Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI) è l’autorità competente per la negoziazione di procedure amichevoli con Stati partner per quanto riguarda la doppia imposizione di persone fisiche e giuridiche. La procedura amichevole basata su una convenzione per evitare le doppie imposizioni (CDI) è intesa a evitare o eliminare imposizioni non conformi alla convenzione in questione. La richiesta deve essere presentata dal contribuente. Attualmente vi sono procedure pendenti per circa 8 miliardi di franchi di sostrato fiscale (base di calcolo su cui si fonda l’imposta). Un’analisi delle procedure concluse mostra che circa un quarto di questo importo spetta allo Stato partner. Da qualche anno il numero di procedure amichevoli è netto in aumento in ragione delle attività in ambito politico e di diritto fiscale in Svizzera e all’estero.

Numero della verifica: 17453