Siete qui:

Chi siamo

Il campo di vigilanza del CDF

Il CDF esercita la vigilanza sui seguenti ambiti:Il campo di vigilanza del CDF

  • unità amministrative dell’Amministrazione federale centrale e decentralizzata Servizi del Parlamento
  • Servizi del Parlamento
  • beneficiari di sussidi (es.: costruzione strade, agricoltura)
  • enti a cui la Confederazione ha affidato l’adempimento di compiti pubblici (es.: Fondo Nazionale Svizzero)
  • imprese di cui la Confederazione detiene almeno il 50 per cento del capitale
  • Tribunali federali (settore amministrativo, sottoposto anche all’alta vigilanza del Parlamento).

La legge sul Controllo delle finanze esclude esplicitamente dal campo di vigilanza del CDF due enti: l’Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (SUVA) e la Banca nazionale svizzera (BNS).

Peraltro, il CDF svolge anche mandati di verifica presso organizzazioni internazionali (ad es. presso l’OMPI, l’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale di Ginevra). Nel contesto degli impegni assunti a livello internazionale per le organizzazioni delle Nazioni Unite, il CDF è anche membro attivo del Panel of External Auditors dell‘ONU, nonché membro e organo revisore dell‘INTOSAI, l’Organizzazione internazionale delle autorità superiori di controllo dei conti.

Oltre al CDF, in seno alla Confederazione vi sono anche altri servizi incaricati di compiti di controllo. La legge sul Controllo federale delle finanze dispone che il CDF coordini le proprie attività di revisione con quelle dell’organo parlamentare di controllo dell’Amministrazione (OPCA). Il CDF coordina la propria attività con gli ispettorati delle finanze interni dell’Amministrazione federale e collabora anche con i controlli delle finanze cantonali.